La normativa tecnica per la certificazione delle cappe chimiche, con espulsione esterna dei fumi, è la ormai ben nota 14175 a cui ormai tutti i costruttori europei si sono adeguati.

La prima edizione dell’anno 2004, definisce le modalità per la misurazione e certificazione delle performances della cappa chimica. Viene abbandonato definitivamente il concetto dello 0,5 m/s e viene introdotto il fattore di contenimento.

Il fattore di contenimento è quel numero, che tiene conto dell’efficienza aerodinamica della cappa, ed esprime in buona sostanza quanto è buono il funzionamento della cappa.

La norma si compone di diverse parti: 14175-1 contiene la terminologia e le definizioni, mentre nella 14175-2 sono espressi i requisiti. La 14175-3 descrive i metodi per le prove di omologazione e le prestazioni delle cappe. La 14175-4 descrive le modalità ed i criteri per eseguire i test al momento della certificazione presso il costruttore. La 14175-6 descrive i test con le cappe a portata variabile. La parte 14175-7 si applica alle cappe ad alta temperatura e per acidi.

Per acquistare la norma cliccate qui

La norma 14175-3 è stata revisionata ed aggiornata nel 2019, introducendo alcune varianti ai metodi di test.